8. LETTURA DELLA SIEPE (ANELLO DELLA REATTIVITÀ E TENDENZE) | adACQUA
image border bottom

8. LETTURA DELLA SIEPE (ANELLO DELLA REATTIVITÀ E TENDENZE)

marzo 06, 2012  Author: admin Category: Iridologia Psicosomatica   0 Comments

La siepe segna il confine tra l’iride pupillare e l’iride ciliare e si trova sul punto più alto del rilievo dell’iride, la quale dalla siepe in poi procede all’indietro verso la pupilla con un decorso molto svasato.
E’ quasi sempre visibile, a volte rilevata come un cordoncino. Ha un decorso più o meno regolare, può delimitare un’iride pupillare più o meno ampia, circondando la pupilla ad una distanza più io meno grande.
La scuola del dott.Magnano definisce questo anello come anello delle reattività in quanto ci dà informazioni sulle modalità di risposta del soggetto agli stimoli ambientali: quando la siepe è molto evidente e rilevata siamo in presenza di un individuo molto reattivo.
Se la siepe si stacca dall’iride in alcuni punti , tracciando degli archi con il suo decorso, la reattività è ancora maggiore e addirittura abnorme se la siepe è in alcune parti spezzata(segno di trauma).
Questi individui vanno facilmente incontro a traumi psichici; infatti non sopportano rumori, stimoli, tensioni che per altri sarebbero appena fastidiosi.
Inoltre la siepe ci informa delle tendenze (propensioni) del soggetto.
Quando decorre molto vicina alla pupilla, il soggetto è molto chiuso, si preoccupa solo dei suoi problemi e del quotidiano.
Se la siepe è distante dalla pupilla, indica una personalità ricca, impegnata, piena di interessi. Se la distanza è eccessiva compare l’anello della dispersività .
Se il decorso della siepe è sinuoso, irregolare, tormentato il soggetto è permaloso, suscettibile, contradditorio, ma ricco di iniziative e risorse.
La siepe molto rilevata e spessa indica difficoltà nei rapporti interpersonali, se poi la siepe è ( almeno in alcuni tratti) doppia sussistono incapacità di relazionarsi con gli altri e depressione.
Restringimenti ed allargamenti della siepe in dicano rispettivamente particolari propensioni e rifiuti del soggetto. Ad esempio un allargamento o restringimento nella parte inferiore dell’iride indica intensi interessi erotici o blocchi sessuali.
Riassumendo: la siepe è l’anello della sensibilità , della reattività e delle inclinazioni che vengono valutate in base alla posizione, allo spessore, alla presenza di introflessioni, estroflessioni, ponti, interruzioni, che possono essere interpretati secondo alcuni aspetti strutturali della siepe:

1) Siepe ristrettta: infantilismo.2) Siepe ampia: personalità evoluta 3) Siepe slargata: dispersività , incocludenza.4) Siepe spessa: atteggiamento difensivo.
Sul piano fisico, tenendo presente che è l’anello di proiezione del sistema simpatico, la siepe iperplastica o ipoplatica indica squilibri viscerali; dilatata, dilatazioni viscerali e diverticoli; ristretta spasmi intestinali.

SIMPATICOTONICI E PARASIMPATICOTONICI

Il sistema nervoso si distingue in volontario (centrale e periferico) e viscerale o vegetativo autonomo.Quest’ultimo si distingue in simpatico e parasimpatico.
Il sistema vegetativo autonomo coordina autonomamente le attività viscerali, può essere influenzato dal sistema nervoso volontario, ma non dipende da esso.
Azione del simpatico: accelera il ritmo cardiaco, dilata la pupilla, determina vasocostrizione (eccetto che per le coronarie,) ed aumenta la pressione, determina broncodilatazione.
Azione del parasimpatico: rallenta il ritmo cardiaco, restringe la pupilla, dilalata i vasi, abbassa la pressione arteriosa, determina bronco- costrizione.
Una prevalenza contenuta dà luogo a due biotipi: simpaticotonici e parasimpaticotonici ( o vagotonici).

Caratteristiche dei simpaticotonici:

emotività , simpatia, reattività , generosità , movimenti veloci, riflessi rapidi, longilinei, parchi, scarsa dinamica sessuale .
La bioenergia è proiettata all’esterno: predisposizione a risposte funzionali eccessive, a disturbi reattivi, intolleranze, allergie, infiammazioni; in seguito calo energetico successivo al dispendio.

Caratteristiche dei parasimpaticotionici:

Distacco, calcolo, controllo, avidità , movimenti lenti, riflessi rallentati, brevilinei, forti mangiatori, notevole carica sessuale.
La bioenergia è trattenuta all’interno e orientata all’assimilazione. Predisposizione a risposte funzionali insufficienti; in seguito disfunzioni viscerali e squilibri organici da accumulo: ritenzione idrica, tossiemia, malattie metaboliche e degenerative.

 

ESEMPI DI SIEPE

Siepe distante dalla pupilla, con Siepe vicina alla pupilla, rilevata e
Allargamento nella zona dalle 6 con andamento irregolare, ma armonioso.
Alle 8. Andamento irregolare.

Siepe distaccata dalla superficie iridea in alcune zone: ponti

Comments are closed.